[slideshow id=4]

L’Aceto Balsamico è il prodotto più conosciuto della zona modenese, ma non tutti sanno che ne esistono principalmente di tre qualità: —Aceto Balsamico di Modena: è quello prodotto più in larga scala e presente nella maggior parte dei negozi della grande distribuzione; viene imbottigliato in formati superiori ai 250ml. ed è indicato principalmente per condire l’insalata. —Aceto Balsamico “Tradizionale” di Modena: è il  vero Aceto Balsamico, prodotto come un tempo ed invecchiato da un minimo di 12 fino a superare i 25 anni. Viene imbottigliato dal Consorzio (e non dal produttore) ,in modo da garantire un alto standard qualitativo,  in un solo tipo di bottiglia da 100ml. , uguale per tutti i produttori, e disegnata da Giorgetto Giugiaro.  Si gusta principalmente da solo, sul Parmigiano, sulle fragole o sul gelato. —Condimento Balsamico: è una via di mezzo tra i due prodotti precedenti,  prodotto con lo stesso sistema del Tradizionale (stesso tipo uve utilizzate, stesso tipo di barili…) ma viene semplicemente prelevato più giovane in modo da poter essere utilizzato in cucina anche con piatti caldi (carne, filetti, pasta etc…) cosa che, utilizzando il “Tradizionale”,  porterebbe all’evaporazione  dei pregiati profumi  che si sono formati durante il lungo invecchiamento.